LE PROBLEMATICHE DEL RACHIDE CERVICALE con riferimenti bibliografici
(articolo della Dott.ssa In Fisioterapia Paola Alessandria)

Il dolore alla cervicale è un disturbo piuttosto comune che interessa circa il 70% delle persone almeno una volta nella vita ed addirittura il 40-50% della popolazione americana soffre di dolore cervicale ogni anno (studio di Ariens et al. 1999 e Cole et al. 2000).

Ben il 60% delle persone possono aspettarsi altri episodi di dolore dopo il loro primo episodio.

Questa ripetizione degli episodi dolorosi è stata parzialmente attribuita a disfunzioni del sistema muscolare: in presenza di dolore infatti le strategie usate dal sistema nervoso centrale per controllare la postura, la stabilità ed il movimento possono essere compromesse.

Infatti, studi scientifici indicano che le persone con dolore cervicale tendono ad avere un capo che tende a protrarsi in una posizione anteriore se distratti ( studio di Szeto et al.2005); le persone sane invece sono in grado di mantenere la postura eretta senza problemi.

Questo accade perchè soggetti che presentano dolore cervicale:presentano trasformazioni delle fibre muscolari in muscoli che controllano il capo ed il collo: sono infatti state individuate alterazioni come infiltrazioni adipose nei muscoli estensori e flessori cervicali in persone con dolore cervicale cronico causati da un colpo di frusta (Elliott et al.2006). Queste trasformazioni avvengono molto velocemente, già nelle prime 4 settimane.

La fisioterapia a Torino e la rachide cervicale

L’evidenza scientifica sottolinea l’importanza della specificità nella prescrizione dell’esercizio terapeutico per la gestione del dolore. Bisogna infatti differenziare quali sono i maggiori deficit e quali altre strutture interessate possono concorrere al dolore. Dopo un colpo di frusta è infatti possibile soffrire di vertigine, di scarsa propriocezione cervicale o scapolare. L’allenamento propriocettivo, in fisioterapia, è stato valutato addirittura come più efficace rispetto ad esercizi di rinforzo.

La rachide cervicale e i suoi problemi

E’ altresì raccomandato un intervento precoce nella gestione cervicale poichè un insuccesso del controllo motorio potrebbe causare alterazioni a lungo termine nelle proprietà dei muscoli cervicali (Uhlig et al 1995).

Fisioterapia a Torino: la corretta informazione

L’intervento maggiormente consigliato è l’associazione di trattamenti fisioterapici volti a ridurre il dolore sommate all’esercizio terapeutico ed alle strategie ergonomiche preventive.

Infatti è stato evidenziato che strategie quali la terapia manuale e l’esercizio specifico insieme alle terapie fisiche possano ridurre notevolmente il dolore, tuttavia ciò deve essere associato all’esercizio terapeutico e al cambiamento delle abitudini perchè i risultati possano perdurare nel corso degli anni.

La rachide cervicale in fisioterapia

Paola Alessandria Fisioterapista a Torino

Studio fisioterapico Equilibrium: La Fisioterapia a Torino – Cervicalgia
Condividi questo contenuto