Osteopatia vs smartphone?

Di Marta Columbro, Fisioterapista a Torino

La sindrome “Text Neck”

Prima di iniziare a leggere quest’articolo ti chiedo di osservare il tuo corpo dall’esterno:

Sei accasciato sul divano? Sul tavolo in cucina? O sul letto?

Qualche giorno fa, mentre riordinavo le cartelle cliniche, mi sono resa conto che ultimamente l’età media dei miei pazienti si è abbassata.

Ma non siamo un paese di vecchi?!

Riesaminando i motivi di consultazione, ho scoperto che la maggioranza soffriva di cefalee muscolotensive, cervicalgie, dolori alle spalle o alle mani e utilizzavano per lavoro e/o per divertimento PC, tablet o smarthphone.
Ognuno di noi è consapevole di quanto quest’ultimo sia sicuramente il più usato durante la giornata. I suoi potenziali effetti sulla salute sono studiati da anni, per i rischi da radiofrequenza, per la dipendenza psicologica e ogni mese sentiamo la descrizione di una nuova sindrome: nomofobia, FOMO, Handphone.

“Text Neck” è la sindrome creata nel 2008 dal dott Fishman per definire l’insieme dei sintomi descritti all’inizio, provocati dalla postura scorretta mentre s’inviano messaggi, si leggono e-mail, si condividono video etc.

Più ore trascorriamo con la testa inclinata in avanti, le spalle curve spesso sprofondati in un divano, più affatichiamo i muscoli e lo scheletro, correndo il rischio di raddrizzare la lordosi cervicale, usurare i dischi precocemente, soffrire di dolori cronici al collo o di disturbi neurovegetativi, come nausea, giramenti di testa, reflusso gastroesofageo, etc.
Si potrà obiettare che la postura usata per guardare uno smarthphone è simile a quella della lettura, cosa che abbiamo fatto per secoli, senza gravi ripercussioni, ora però dopo la scuola, lo studio e il lavoro rimaniamo nella stessa posizione anche per divertirci!

Studio Fisioterapico Equilibrium – La Corretta Postura

Una ricerca del dott. K. Hansray, responsabile del reparto di chirurgia del New York Spine and Surgery & Rehabilitation, pubblicata nel 2014, ha dimostrato che più aumenta la flessione della testa verso il basso, maggiore è il carico che grava sulla colonna vertebrale e sulle spalle.

La testa in posizione neutra pesa circa 5 kg, con un’inclinazione di 45° il carico diventa circa 22 kg.
È come tenere un bimbo di 7 anni sulle spalle!

Il consiglio più importante per evitare la Text Neck è la prevenzione.
Ecco qualche suggerimento:

–       sollevare lo smarthphone all’altezza degli occhi, in maniera tale che la testa non sia inclinata in avanti

–       ridurre il tempo di utilizzo

–       usare applicazioni di dettatura oppure più messaggi vocali

–       fare pause frequenti e regolari

–       dedicare tempo ad attività come Yoga, Pilates, Thai-chi, danza etc.

oltre a rilassarci, aiutano  essere consapevoli della postura corretta.

Studio Fisioterapico Equilibrium – La fisioterapia a Torino

Spesso mi capita di ascoltare pazienti che, si focalizzano sul dolore locale, dopo aver autodiagnosticato un torcicollo, una tendinite alle dita, una contrattura alla spalla, si muovono sempre meno e si sdraiano sempre di più.

Troppo riposo non può che aumentare la stasi sanguigna, rallentare il processo di guarigione peggiorando la situazione.

Fisioterapia Torino – la postura

L’osteopatia può rivelarsi molto utile per prevenire e curare la sindrome da Text Neck. Ogni parte del corpo è in relazione con un’altra, per questo motivo, l’obiettivo di questa disciplina è ristabilire l’equilibrio delle funzioni dell’intero organismo, individuando la causa dei dolori e trattando eventuali compensi.

Le tecniche, esclusivamente manuali, sono diverse e possono essere: muscolo-scheletriche, miofasciali, craniosacrali, linfatiche o viscerali, alcune più energiche altre più dolci, ma ognuna di esse stimola la capacità di recupero e di autoguarigione del corpo ed è adeguata al singolo paziente.

Affascinata da sempre dal corpo umano non dimentico di essere “nata” come fisioterapista perciò per risolvere il problema completamente ed evitare che ricompaia in futuro, non è sufficiente diminuire o eliminare il dolore.
È necessario correggere i compensi, le alterazioni posturali attraverso una rieducazione motoria specifica e il semplice invito a prendersi cura di sé.

“Il futuro dipende da ciò che facciamo nel presente” Mahatma Gandhi

Un’ultima curiosità: Adesso qual è la tua postura?

Ecco alcuni link utili:

–       “Nomophobia is the fear of being out of mobile phone contact – and it’s the plague of our 24/7 age”, Daily Mail, ed. online del 31 marzo 2008

–       https://www.newsitaliane.it/2016/sindrome-da-hand-phone-7-italiani-su-10-sempre-con-il-telefono-tra-le-mani-lo-rivela-uno-studio-76324

–       https://www.huffingtonpost.it/2013/10/10/fomo-fear-of-missing-out-la-dipendenza-dai-    social-network-_n_4078127.html

–       http://text-neck.com/

–        Assessment of stresses in the cervical spine caused by posture and position of the head MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da “www.ncbi.nlm.n” https://www.ncbi.nlm.n

 

Marta Columbro Fisioterapista ed Osteopata a Torino

 

Studio fisioterapico Equilibrium: La Fisioterapia a Torino – Osteopatia vs Smartphone
Condividi questo contenuto